Missione Marzo 2017 - Kasomay

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

                                         Missione Marzo Aprile 2017
26 Marzo 2017 Arrivati a destinazione. 40° circa
Silvia pediatra  Alice farmacista  Lara ottico/optometrista
Marcello pediatra  Laura volontaria  Antonella logista
Sergio pediatra   Angela optometrista


I BIMBI KASOMAY sono tutti quelli per i quali abbiamo fatto o stiamo facendo qualcosa, nel nostro piccolo, per migliorare le condizioni di vita.
Lei è Nadine, 7 mesi, nata con un idrocefalo importante operata 2 mesi fa. Kasomay ha sostenuto tutte le spese dell'intervento.
I genitori ieri sono venuti a trovarci in aeroporto per ringraziarci e per ringraziare tutte le persone che facendo una donazione ci permettono di fare tutto ciò!


Antonella:
Eccoci qua: Bernard e' stato operato di tetralogia di Fallot all'Ospedale di Dakar grazie al sotegno organizzativo e economico di Kasomay !!!
Quando gli ho detto che così potra' tornare a correre con i suoi amici e' esploso in un sorriso così!

Lui è Jannot , altro bimbo seguito da Kasomay per un'ustione severa per una caduta accidentale nel fuoco.
Lo abbiamo trovato in splendida forma, nella foto con Robert il nostro aiutante locale.




27 Marzo 2017 Altra bimba Kasomay: Menarice ospite dell'orfanotrofio di Kabrousse operata tempo fa di ernia inguinale con il sostegno economico dell'associazione !




27 Marzo 2017 Alcuni dei bimbi visitati oggi al poste de sante'...


 


Dal diario di Segio Zarrilli:
Lei è Awa. Ha sette anni è sordomuta dalla nascita. Vive a M'Lomp villaggio nella foresta. È una bimba intelligente e dolcissima. L'Associazione ha pensato ad un progetto per la sua autonomia e la sua istruzione. Speriamo...





L'instancabile Pediatra Segio Zarrilli al lavoro

 



Lara al lavoro a intrattenere i bimbi dell'orfanotrofio di Cabrousse

 


...e Sergio legge....legge...
 

Il Pediatra Marcello Semprini in ambulatorio al Post de Sante'
 


Angela circondata


Dal dirio di Segio Zarrilli: Isola di Carabane. La sala parto quella di degenza e le foto dei bimbi nati lì. Cecile ostetrica oggi in pensione ci racconta che da quando esiste la maternite' le donne non muoiono più di parto come un tempo. Un altro mondo ma con la sua efficacia. Luci e ombre...




Sempre sorridenti anche con tutte le difficolta'...





Oggi seduta di fisioterapia con Jean e i bimbi Kasomay .... Il progetto continua ...


Non poteva mancare un abbraccio a Bernard prima di tornare a casa ..... presso Hôpital Fann.


Dal diario di Antonella:
Questo è' il letto di Madaleine, 10 anni una bimba dolcissima che soffre di una patologia psichica importante oltre che di cecità bilaterale..... E niente.... Volevo dirvi che oggi questa è una delle cose meno peggio che ho visto ....
L'Africa è' un paese che ti fa innamorare ma anche arrabbiare enormemente
La stanchezza si fa sentire ....
 

Dal diario di Antonella:
Oggi vi presento Souleyman un bimbo di 5 anni che soffre di epilessia.....
Abbiamo deciso di dare un'aiuto economico alla famiglia sostenendo al 50% la terapia farmacologica che deve assumere regolarmente per stare bene.
Da oggi ha una "fische" aperta in farmacia a Kabrousse per la fornitura dei farmaci.
Dal diario di Lara:
Prime visite al poste de sante', dobbiamo prendere il ritmo!
Petit Seydou Diallo, ha "subito" pazientemente la mia lezione di ottica in inglese. Miopia, ipermetropia, trasposta ed equivalente sferico non hanno più segreti per lui...è fantastico!
Contributo del primo giorno...trasformazione di occhialino di prova in "sistema internazionale"(che per i non addetti al settore esiste solo in Italia...alla faccia dell'internazionalita' del sistema!)...in "sistema tabo" (che per i non addetti al settore è il sistema del resto del mondo!)...non so se mi spiego!




Dal diario di Sergio:
Isola di Carabane. Maternite'. Prevenzione e vaccinazioni. Ovunque nel mondo...
Dal diario di Sergio:
La biblioteca di Cap Skirring dove l'associazione in passato ha portato diversi libri. Frequentata per il prestito e la lettura. Proveremo a non abbandonarla...rappresenta un'ottima opportunità. Con Lara, Laura e Alice e il Responsabile della biblioteca.

Dal diario di Lara:

Day9
Festa nazionale oggi, pochi accessi al pds. Pomeriggio all'orfanotrofio di Oussuie.
Bimbi coraggiosi, che combattono nei loro
piccolissimi corpi senza armatura.
Bimbi che si sono arresi, e si chiudono nel loro silenzio doloroso.

Orfanotrofio di Oussuye. Storie tristi e storie che finiscono con un sorriso. Luci e ombre...Mustafa orfano piccolissimo e con tanta voglia di farcela...Pascaline "lasciata" da Suor Irene dai suoi genitori e tanto triste che fatica a partecipare e a parlare. Poi Younusse operato con successo e che sta bene...abbiamo letto belle storie e ha gradito il libro in regalo come gli altri bambini. Esperance con problemi grandi forse troppo per una vita da vivere laggiù. Luci e ombre appunto

Dal diario di Lara
Day11
Ultimo giorno di lavoro al Pds...giusto per bilanciare il quasi pomeriggio libero di ieri ci siamo sparati un 9:00-17:30 senza pausa pranzo!
Oggi ne sono capitate di tutti i colori!
Siamo stanchissimi però nessuno è pronto a ripartire.


Day12
Chiuso i conti con i collaboratori.
Chiuso la farmacia.
Chiuse le valige.
Chiuso di nuovo i piedi nelle scarpe....
 


Ma non si riesce a chiudere il cuore e tanto meno, gli occhi!
Ho dormito 4 ore ieri pomeriggio e 12 stanotte.
Posso dire di essermi quasi ripresa.
Provo a scrivere una relazione su ciò che è stato fatto, su ciò che è successo, su ciò che bisognerebbe fare.
Perché la missione non è altro che la punta dell'iceberg, un minuscolo granello di sabbia sulla spiaggia.
È visibile, emozionante, coinvolgente, ma è quasi nulla.
Il grosso del lavoro è silenzioso, nascosto alla vista, lontano dai riflettori. Fatto di mille telefonate, documenti, raccolta di fondi, archiviazione di referti medici, insistenze, tentativi, fallimenti.
Perciò grazie, ai miei compagni di viaggio passati, presenti e futuri, che si sono spesi e si spenderanno in giornate di lavoro intensissimo. Ma un grazie ancora più grande va a chi avrà il coraggio, la volontà, la determinazione per rimanere, lavorare, lottare, in silenzio, lontano dagli applausi e dai like...per gli altri 350 giorni dell'anno.
 
Lamberto Reggiani per Kasomay
Torna ai contenuti | Torna al menu cript.